Professione

Un giorno un pensatore indiano…

20140428-152252.jpg

Un giorno, un pensatore indiano fece la seguente domanda ai suoi discepoli:
“Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?”
“Gridano perché perdono la calma”
rispose uno di loro.
“Ma perché gridare se la persona sta al suo lato?”
disse nuovamente il pensatore.
“Bene, gridiamo perché desideriamo che l’altra persona ci ascolti”
E il maestro tornò a domandare:
“Allora non è possibile parlargli a voce bassa?”
Varie altre risposte furono date ma nessuna convinse il pensatore.
Allora egli esclamò:
“Voi sapete perché si grida contro un’altra persona quando si è arrabbiati?
Il fatto è che quando due persone sono arrabbiate i loro cuori si allontanano
molto. Per coprire questa distanza bisogna gridare per potersi ascoltare.
Quanto più arrabbiati sono tanto più forte dovranno gridare per sentirsi
l’uno con l’altro. D’altra parte, che succede quando due persone sono
innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. E perché?
Perché i loro cuori sono molto…

View original post 96 altre parole

Professione

Ispirazione

BULLETPROOF

La bellezza e’ come un fiore composto da tanti petali. Ognuno di essi rappresenta un valore, un ideale, una cosa. Un petalo potrebbe essere il rispetto, un altro la natura, un altro l’equilibrio, l’amore, i cinque sensi, l’anima, la diversita’, la pace.

Dovremmo saper cogliere tra le nostre mani tutti i fiori, ognuno con i propri petali, goderne quanto basta per viverli poi ogni volta che ne abbiamo bisogno, per poi affidarli al fiume che li condurra’ da chi sapra’ custodirne la preziosita’, con rispetto e senza danneggiarli con l’appropriamento indebito. Perche’ la bellezza, e tutto cio’ che essa racchiude, dovrebbe essere di tutti. Non dovrebbe essere privata. Non dovrebbe essere esclusiva. Non dovrebbe essere disprezzata o violentata.

 

Bisognerebbe ricordare alla gente cos’è la bellezza, aiutare a riconoscerla a difenderla -tratto dal film I cento passi-

 

View original post