donne, medicine e tecniche naturali, Professione, riflessologia, rimedi naturali

Dismenorrea risolta

La dismenorrea è uno stato infiammatorio, molto doloroso del ciclo che si manifesta principalmente nelle donne molto giovani o quando subentrano delle condizioni patologiche a carico del sistema genitale femminile.
La dismenorrea si manifesta con contrazioni uterine molto forti che impediscono al sangue di fluire all’esterno dando luogo al flusso mestruale.
A volte il dolore è accompagnato da una serie di sintomi quali:
Nausea
Vomito
Fastidio che si irradia dall’addome alla zona renale
Crampi e dolore agli arti inferiori
Sensazione di fuoco addominale interno
Emicranie
Diarrea,
Sangue molto odoroso
Mal di schiena,
Nervosismo e irritabilità

Conosco molte donne che in quei giorni, sono costrette a letto perchè il dolore è talmente forte da divenire invalidante.
L’unica soluzione, non sempre efficacie, è prendere dei farmaci specifici (antidolorifici e antiinfiammatori)alle prime avvisaglie di dolore. Capita infatti che se si tarda ad assumere il farmaco, esso non riesca più ad intervenire sul dolore.

La naturopatia, trova delle soluzioni efficaci mirate a risolvere lo squilibrio interno che ha procurato l’infiammazione e di conseguenza il dolore.
Innanzi tutto bisogna distinguere fra una dismenorrea “semplice o primaria” da una dismenorrea che è invece la conseguenza di altre patologie(secondaria),di cui neoplasie (benigne e non), endometriosi, ect.
Dunque , prima di agire, qualunque sia la strada che intendiate percorrere, è bene sottoporsi ad una accurata visita ginecologica. Al fine di escludere problemi più importanti. Ad esempio, una condizione di utero retroverso, può manifestarsi con dolore e gonfiore addominale. Può produrre fastidio e disagio durante l’atto sessuale.
Un’alterazione degli organi genitali(utero-ovaie) un’ intestino pigro, una respirazione sbagliata, una sofferenza renale, una postura non corretta, possono influire sul andamento del ciclo.
Quando il dolore è accompagnato da un flusso scarso, che non sfoga, è utile sistemare sulla pancia la cara e vecchia borsa dell’acqua calda. Può sembrare banale ma è un rimedio ancora oggi fra i più validi che possono aiutare a lenire il dolore e renderlo più sopportabile. Il calore infatti ha una azione rilassante e distensiva sull’utero. Sicuramente la mindfulness aiuta tantissimo le donne che soffrono di “dismenorrea primaria”. Con la mindfulness si impara a gestire il dolore, a respirare correttamente in modo da decontrarre i muscoli e gli organi interni. Si acquisisce maggior consapevolezza di sé e del proprio corpo. Ciò che accomuna caratterialmente la donna che ne soffre è un nervosismo di fondo che in naturopatia chiamiamo soggetto “spasmofilico”.
A queste persone il magnesio rappresenta un toccasana.
Al di la di questi semplici accorgimenti, è utile l’oligoterapia e la fitoterapia utilizzata scegliendo il rimedio di fondo( o i rimedi,) in base alla costituzione del soggetto. Non di meno è importante pulire l intestino e seguire un’adeguata alimentazione che disinfiammi l’apparato urogenitale. Uno dei cibi da cui è bene liberarsi è sicuramente il formaggio e dunque i latticini.
I formaggi in particolare quelli molli possono formare una patina densa e collosa non solo all’interno della mucosa intestinale ma anche nella bocca dello stomaco e sulle pareti uterine. E’ facile comprendere cosa possa accadere e quali ne siano poi le conseguenze.
Un’altra tecnica coadiuvante fantastica nella risoluzione del dolore mestruale è la riflessoterapia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...